04 Estratto Tavola Fotopiani

Innovazione e Precisione: Il caso di Villa Recalcati

Nel cuore della Lombardia, Villa Recalcati si erge come un monumento alla storia italiana, un gioiello architettonico del XVIII secolo.

Originariamente costruita da Gabrio Recalcati, la villa ha attraversato secoli di storia, arricchendosi di opere d’arte e ospitando figure di spicco come Giuseppe Parini.

Oggi, trasformata in sede della Provincia e della Prefettura di Varese, la villa rappresenta un ponte tra passato e presente, un patrimonio da preservare.

La storia di Villa Recalcati si arricchisce ulteriormente a partire dalla metà dell’Ottocento, segnando una trasformazione significativa quando fu trasformata nel “Grande Albergo Excelsior”, un punto di riferimento per l’élite culturale dell’epoca, ospitando personalità come Giuseppe Verdi, Gabriele D’Annunzio e Marcel Proust.

Questa fase portò a modifiche architettoniche rilevanti per adattarsi alla nuova funzione alberghiera.

Tuttavia, la Prima Guerra Mondiale influenzò negativamente il turismo, portando alla chiusura dell’albergo.

Nel 1931, con la nuova designazione di Varese come capoluogo di provincia, l’edificio iniziò la sua attuale funzione istituzionale.

Villa Recalcati custodisce al suo interno opere d’arte di valore inestimabile, inclusi affreschi settecenteschi realizzati dai più rinomati artisti locali dell’epoca.

La sfida presentata dalla Provincia di Varese alla nostra società “Cattura la Realtà” non era soltanto tecnica ma anche culturale.

Dovevamo non solo catturare la struttura fisica della villa per il restauro dei serramenti e il rilievo del parco storico ma anche onorare la sua ricca storia.

La mancanza di prospetti aggiornati ci ha spinto verso l’adozione di tecniche di rilievo all’avanguardia, combinando la precisione del laser scanner con il dettaglio del rilievo fotogrammetrico, per documentare fedelmente ogni aspetto della villa.

La sfida tecnologica di documentare accuratamente Villa Recalcati, con la sua architettura barocca e gli affreschi del XVIII secolo, ha richiesto l’impiego di una tecnologia all’avanguardia.

L’uso combinato del Riegl VZ600i per il rilievo laser scanner e del Phantom 4 RTK per il rilievo fotogrammetrico ha permesso di ottenere una precisione millimetrica nella mappatura della villa e del suo parco storico.

Questo approccio ha non solo garantito una fedele rappresentazione digitale dell’edificio ma ha anche offerto una base dati preziosa per gli interventi di restauro.

 

02 Estratto Tavola Architettonica scaled

Il rilievo fotogrammetrico, in particolare, ha giocato un ruolo cruciale nel documentare le condizioni attuali delle facciate e della copertura, consentendo ai restauratori di pianificare interventi conservativi mirati.

Nel progetto di Villa Recalcati, la fase di restituzione dei dati ha richiesto una pianificazione meticolosa, fondamentale nel processo BIM.

La suddivisione in cinque corpi di fabbrica non solo ha semplificato la gestione dei dati ma ha anche sottolineato l’importanza della visione progettuale complessiva fin dall’inizio.

02 1 Tavola Scomposizione Modelli 1 scaled

In questo contesto, la creazione di tavole tematiche specifiche per gli interventi sui serramenti ha rappresentato un esempio di come una pianificazione dettagliata possa guidare efficacemente le fasi di lavoro.

La produzione di 140 tavole in formato PDF e 70 in DWG, insieme ai fotopiani elaborati per ogni prospetto, ha evidenziato l’impatto positivo di una pianificazione oculata nel contesto BIM, assicurando che ogni dettaglio fosse considerato per ottenere il massimo dalla tecnologia e dalla collaborazione di team multidisciplinari.

Nel rilievo di Villa Recalcati, 4 specialisti hanno impiegato solo 2 giorni per completare 430 scansioni laser scanner e oltre 2000 foto per la fotogrammetria, dimostrando un’efficienza straordinaria.

Nella fase di restituzione grafica, 5 professionisti hanno lavorato per 2 mesi, creando 321 famiglie (finestre, elementi architettonici, profili, ecc)

03 Estratto Tavola Interventi scaled
04 Estratto Tavola Fotopiani scaled

Questo sforzo coordinato sottolinea l’importanza della pianificazione nel processo BIM, assicurando che ogni aspetto del progetto fosse attentamente considerato e ottimizzato.

Questo processo ha non solo facilitato la comprensione del progetto da parte di tutti gli stakeholder coinvolti ma ha anche posto le basi per una conservazione digitale di lungo termine del patrimonio culturale rappresentato da Villa Recalcati.

Il caso di Villa Recalcati sottolinea l’importanza di abbracciare le nuove tecnologie per la conservazione del nostro patrimonio culturale.

“Cattura la Realtà” si conferma leader in questo campo, dimostrando come il rilievo laser scanner e la restituzione BIM possano giocare un ruolo cruciale nella preservazione della storia architettonica per le future generazioni.

Questo articolo non solo illustra il nostro approccio tecnologico e il nostro expertise nel settore dei rilievi,

ma celebra anche il connubio tra innovazione e storia, enfatizzando il valore inestimabile di strutture come Villa Recalcati nel panorama culturale italiano.

Per sapere se possiamo esserti utili con i nostri servizi di rilievo e restituzione, premi sul pulsante qui sotto.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.